Trasparenza

R2020 a livello giuridico è formalmente un semplice comitato. Il Comitato è la forma più semplice, nel panorama legislativo italiano, con il quale gestire e organizzare un’aggregazione di persone.

Ha un suo codice fiscale e un suo STATUTO.

Inizialmente il Comitato aveva una natura ben precisa ovvero organizzare l’evento del 30 giugno e del 1 luglio a Roma ma, ad evento concluso e dal 10 luglio, ha cambiato veste ed è diventato un comitato organizzatore. Lo scopo del comitato lo trovate nello statuto e pubblicato QUI.

Come previsto le figure del Presidente e il Consiglio direttivo non hanno i classici ruoli rappresentativi, ma sono prettamente due organi funzionali, che devono essere presenti per legge e che abbiamo completamente spogliato da una natura politica.

La Presidente del Comitato è Adele Lamonica e i membri del consiglio direttivo, oltre alla Presidente sono i 3 promotori di R2020, ovvero Davide Barillari, Sara Cunial e Ivan Catalano.

Il consiglio direttivo è l’organo esecutivo e organizzatore, mentre la politica, la strategia d’azione nonché il contenuto in discussione è rappresentato ed elaborato dai componenti dei fuochi locali e dall’assemblea generale dei territori.

Il consiglio direttivo così composto durerà in carica per 3 anni quando speriamo e ci auguriamo che R2020 sarà diventato quel tavolo di discussione permanente per unire chi ha visioni diverse verso una meta comune.